Tragedia a Torino, ragazzino di 15 anni si spara: la fidanzata voleva lasciarlo

Tragedia a San Benigno Canese, un paese alle porte di Torino. Un ragazzino di 15 anni si è sparato stanotte al volto con un fucile da caccia regolarmente denunciato dal padre. Il corpo senza vita del giovane è stato rinvenuto questa mattina dai genitori. A quanto si apprende il suicidio sarebbe avvenuto per motivi sentimentali: accanto al cadavere, infatti, è stata trovata una lettera della fidanzatina che gli comunicava di volerlo lasciare. Dopo aver cenato con i genitori, il giovane è salito nella sua camera da letto, una mansarda al quarto piano di una palazzina, e con l’aiuto di un bastone si è puntato l’arma contro sparandosi al volto. I genitori si sono accorti della tragedia solo il mattino seguente. Gli accertamenti del caso sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Chivasso.