Milano, diciottenne aggredito nel parco da 15 sudamericani

Una ferita da arma da taglio alla schiena, contusioni e lividi. Questa la cartella clinica del diciottenne aggredito a Milano sabato notte, al Parco della Martesana. L’aggressione è stata portata da una gang di latinos che frequenta la zona e che imperversa in molti quartieri di Milano. Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, il giovane, potrebbe essere rimasto coinvolto in un regolamento tra gang di giovani sudamericani. Il ragazzo, secondo quanto riporta il quotidiano Il Giorno ha raccontato di essere stato aggredito da 15 sudamericani che avrebbe incontrato al parco. Forse si erano dati appuntamento. A un certo punto è scoppiato il pestaggio per motivi ancora ignoti: calci, spintoni. Qualcuno ha estratto un’arma da taglio e ha accoltellato il 18enne alla schiena, lasciandolo a terra grondante di sangue. Il giovane, di origine peruviana, ha avuto la forza di chiedere aiuto. Era cosciente quando è stato soccorso, ha parlato con gli agenti. Ricoverato all’ospedale San Raffaele, il ragazzo è stato sottoposto a intervento chirurgico perché la coltellata ha raggiunto un polmone. Ora è fuori pericolo, con 40 giorni di prognosi. Gli inquirenti cercano di risalire ai responsabili, probabilmente membri di una gang di latinos della zona.