Gasparri: «Da parte della Boldrini una scandalosa difesa delle Ong»

«Negativo e pericoloso l’annacquamento del codice Ong a colpi di addendum. Consentire il trasbordo di clandestini e limitare l’intervento delle forze di polizia è una resa ai ricatti delle Ong, la cui illegalità appare evidente». Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. «Testimonianze, filmati, fotografie – rimarca l’azzurro – dimostrano come queste organizzazioni siano al servizio degli scafisti e siano fiancheggiatrici dei trafficanti di persone. Scandalosa la difesa che ne fa la Presidente della Camera Boldrini, che del resto deve la sua improbabile carriera politica agli incarichi ricoperti in organizzazioni internazionali che, assieme alle Ong, invece di occuparsi dell’Africa, si sono occupate della carriera personale dei propri esponenti di vertice».

Gasparri: “Le Ong vanno messe al bando”

«Lo dimostrano le continue apparizioni televisive di persone che poi hanno preso il posto della Boldrini», incalza Gasparri, che aggiunge: «Le Ong vanno messe al bando. Vigileremo in sede di verifica a settembre sulla missione militare italiana in Libia e sugli esiti dell’applicazione del codice che il Senato ha votato all’unanimità e che non può essere diluito per accontentare ricattatori che hanno favorito speculazioni di ogni genere». «Sollecitiamo a tal proposito pubbliche risposte sul conflitto di interesse che riguarda il presidente di Save the children Tesauro che, essendo anche presidente di Invitalia, si interessa di contributi alle strutture che si occupano di accoglienza in Italia. Un personaggio su cui abbiamo presentato un esposto alla magistratura», conclude il vicepresidente del Senato.