Fiat Chrysler Automobiles acquistata dai cinesi? Il titolo vola in Borsa

Fiat Chrysler Automobiles vola in Borsa. Gruppi auto cinesi, uno dei quali sarebbe la Great Wall, avrebbero fatto un’offerta per acquistare Fiat Chrysler Automobiles con un piccolo premio rispetto al suo valore di mercato. La notizia è apparsa sul sito  Automotive News. E le Borse di tutto il mondo ci stanno credendo. Tant’è che il titolo vola in tutte le Borse. L’offerta comunque sarebbe stata rifiutata perché considerata insufficiente. La casa automobilistica cinese avrebbe svolto la propria due diligence per un potenziale acquisto di Fca. I dirigenti della Fiat Chrysler Automobiles si sarebbero recati in Cina per incontrare Great Wall Motor Co. E le delegazioni cinesi sono state viste la scorsa settimana presso la sede della Fca a Auburn Hills. Le aziende cinesi, infatti, sono sotto pressione governativa per espandersi fuori dalla Cina acquisendo società straniere. L’Fca può essere un obiettivo perfetto, visto che il Ceo Sergio Marchionne si è concentrato sulla semplificazione delle operazioni del fabbricante di automobili per renderlo attraente per un acquirente, facendo scelte audaci come uscire dalle piccole auto e berline e trasformare l’impronta produttiva della società. Diverse fonti hanno segnalato il coinvolgimento di altri produttori cinesi come Dongfeng Motor Corp., Zhejiang Geely Holding Group e Guangzhou Automobile Group. Ma è anche poco chiaro quale azienda possa avere successo. Qualsiasi vendita probabilmente coinvolgerebbe le marche Jeep e Ram di FCA, così come Chrysler, Dodge e Fiat, ma escluderebbe Maserati e Alfa Romeo. Questi due marchi resterebbero, come Ferrari, a massimizzare i rendimenti per Exor, la società holding controllata dalla famiglia Agnelli.