Barbara D’Urso nei guai, i vertici Mediaset la mettono sott’accusa

Barbara D’Urso rischia di perdere lo scettro di regina dei palinsesti e a costarle caro sarebbe l’amicizia con una donna molto potente. Ironia della sorte, è Luna Berlusconi, figlia di Paolo e nipotina di Silvio Berlusconi, il padrone di casa. È Italia Oggi a mettere insieme i pezzi di un puzzle che rischia di stravolgere Cologno Monzese. Secondo la ricostruzione fatta da Italia Oggi e rilanciata da Libero,  i vertici di Mediaset hanno contestato alla conduttrice di avere dato troppo spazio nei suoi contenitori quotidiani a Riccanza, la serie tv che la Due B, società di produzione di Luna Berlusconi, ha realizzato per Mtv, canale esclusivo della piattaforma Sky.

Barbara D’Urso e gli spot per la concorrenza 

Di fatto, è l’accusa, in nome dell’amicizia la D’Urso ha fatto spot continui per un programma della diretta concorrenza. «In dicembre – scrive il quotidiano economico – scatta un cazziatone generale, con minaccia di azzerare tutta la squadra che lavora con la D’Urso». Nei mesi successivi tra la conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica Live e i vertici Mediaset sarebbe proseguito il gelo, rivelato da più di un dettaglio. Marco Durante, numero uno dell’agenzia LaPresse che cura anche l’immagine della D’Urso ad aprile si dimette dal consiglio d’amministrazione della Due B. Si susseguono poi le voci che vogliono Massimo Giletti e la sua Arena in arrivo alla domenica su Canale 5. Giletti poi andrà a La7, ma la sostanza non cambia perché si dice che dal 2018 alla domenica la D’Urso dovrebbe fare posto a uno spazio con Maria De Filippi e Maurizio Costanzo. Segno che il trono di Barbara non è più così saldo e intoccabile.