Immigrati, Gasparri: “La cittadinanza facile aggrava i problemi”

“La legge sulla cittadinanza facile agli  stranieri non deve essere approvata e non lo sarà. È una scelta  sbagliata, che non risolve e anzi aggrava i problemi legati  all’immigrazione. Insistere con questa proposta vuol dire non avere  contatto con la realtà”. Lo afferma il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri. “Nessuno -aggiunge- nega agli stranieri di diventare cittadini  italiani, purché lo facciano al termine di un percorso che richiede i  suoi tempi e le opportune verifiche. La cittadinanza deve essere una  conquista. Quello che è accaduto negli altri Paesi europei, con  terroristi fondamentalisti islamici cittadini europei solo da un punto di vista burocratico e non sotto il profilo della condivisione dei  valori di democrazia e libertà, dovrebbe far riflettere tutti. E  invece c’è chi ancora insiste con lo ius soli. Una scelta folle che  continueremo in ogni modo a contrastare anche qualora dovesse  sciaguratamente approdare nelle Aule di Senato e Camera”.