Estate sicura, 1700 eventi. Il Viminale allerta i prefetti per la vigilanza

Livello di allerta massimo anche in Italia dopo l’attentato di Londra e dopo il caos da panico a Torino. Cosa fare con i 1700 eventi programmati per l’estate? Il tema – riferisce Libero – è stato al centro di un vertice del Viminale. Una riunione da cui è scaturita la decisione di affidare ai prefetti la valutazione di eventuali segnali di rischio. Il ministro dell’Interno Minniti ha già diramato una direttiva per la gestione degli eventi. “Gli organizzatori sono chiamati ad avere degli stewards per gestire gli ingressi con le forze di polizia e mettere in campo tecnologie. Sono procedure complesse da adottare caso per caso”. 

Per quanto riguarda le mete turistiche che potrebbero essere obiettivi sensibili il Viminale deciderà quali strade e piazze andranno chiuse al traffico per evitare assalti con auto o camion. Dunque anche se il livello di attenzione in Italia dopo gli attacchi di Londra e Manchester non è mutato è opportuno pianificare per tempo un’estate sicura per gli italiani e per i turisti che sono in procinto di arrivare.