Putin agli europei: “Non dovete temere me, ma il terrorismo islamico” (VIDEO)

Tensioni e minacce poste dalla Russia, guerre ibride e quant’altro. Tutte cose che, a detta di Vladimir Putin, sono usate in Occidente “per farvi paura da soli e anche per pianificare le vostre possibili politiche, politiche senza prospettive”, quando invece “l’unico possibile futuro è la cooperazione in tutti i settori, inclusi quelli della sicurezza”. Il terrorismo, gli attentati in Europa, a Parigi, in Russia, in Belgio, una guerra in Medio Oriente, sono queste le “principali preoccupazioni” quando invece “si continua a speculare sulla minaccia proveniente dalla Russia”, ha affermato nell’intervista che ha concesso a Le Figaro prima di lasciare Parigi. I partner della Russia in Europa e gli Stati Uniti “stanno perseguendo una politica miope. Hanno perso l’abitudine di guardare avanti – ha aggiunto – Dobbiamo partire dalla situazione in cui ci troviamo e pensare cosa vogliamo per il futuro. E tutti vogliamo sicurezza, pace e cooperazione”.

Putin: “Con Trump le relazioni con gli Usa miglioreranno”

La Russia “non ha fretta, è disposta ad aspettare, pur continuando ad auspicare con forza che le relazioni bilaterali con gli Stati Uniti tornino a normalizzarsi in futuro”, ha affermato il presidente Vladimir Putin in una intervista a Le Figaro. “Capiamo che la situazione politica negli Stati Uniti è influenzata da coloro che hanno perso le elezioni ma rifiutano di accettare la loro sconfitta e che continuano a giocare la carte antirussa e diverse accuse nello scontro politico”, ha aggiunto Putin, che ha concesso l’intervista al nuovo Centro culturale russo che ha visitato dopo aver incontrato Emmanuel Macron a Versailles due giorni fa.

Putin: “Gli hacker contro gli Usa? Non c’è prova siano russi”

Come ha detto in modo corretto il presidente Trump”, gli attacchi hacker nel periodo della campagna elettorale negli Stati Uniti possono essere stati lanciati “da una persona dal suo letto di casa o da uno che ha inserito una pennetta con il nome di un russo, o qualcosa di simile”, ha affermato Putin. “La Russia non si è mai impegnata in attività di questo tipo, non ne ha bisogno, non ha alcun senso per il paese”, ha aggiunto il presidente russo nell’intervista a Le Figaro, ribadendo che “l’origine russa di questi hacker è solo una affermazione non dimostrata”.