Obama come i Clinton: per ascoltarlo a Milano un biglietto da 850 euro

Barack Obama terrà il suo primo discorso da ex presidente in Italia. E più precisamente a Milano, nel corso della manifestazione “Seeds&Chips”, il Global Food Innovation Summit, in programma da lunedì 8 a giovedì 11 maggio. Lo speech di Obama, che si terrà il 9 maggio, però, sarà tutt’altro che “democratico”: per ascoltarlo bisognerà sborsare la bellezza di 850 euro a biglietto.

Il precedente: ai Clinton 200mila euro a discorso

L’organizzazione ha fatto sapere che gran parte della cifra incassata da Obama andrà in beneficenza, per sostenere le iniziative della Fondazione che porta il suo nome e cui Obama aveva detto di volersi dedicare dopo la fine del suo mandato da presidente. La notizia, però, non può non far pensare al patrimonio accumulato dai precedenti inquilini democratici della Casa Bianca, i Clinton, proprio grazie ai discorsi tenuti in giro per il mondo dopo la conclusione dei loro incarichi istituzionali: 155 milioni di dollari, secondo le cifre circolate durante la campagna elettorale tra Hillary e Donald Trump.  

È Obama! Cosa importa dei soldi?

Dei Clinton si è saputo che avevano una “parcella” da 200mila euro a speech. La cifra del compenso di Obama per ora non è nota, ma qualunque sia sembra che non rappresenti un problema per Marco Gualtieri, ideatore di “Seeds&Chips”, il cui scopo è approfondire – attraverso eventi, convegni, meeting – il tema del cibo del futuro, con un particolare occhio al diritto alla nutrizione e alla sostenibilità. «Per me è un sogno che si avvera: quando ho chiamato Sam Kass, chef e consigliere di Obama per le politiche alimentari alla Casa Bianca e gli ho chiesto se era possibile avere l’ex presidente al summit, non mi sarei mai aspettato – ha rivelato Gualtieri – una risposta positiva».