Migranti minorenni si prendono a sprangate in un centro di accoglienza

Scoppia rissa per futili motivi al  centro di accoglienza per migranti minorenni  di Firenze: prima la lite con le botte, poi è degenerata con l’uso di spranghe, tanto che diversi ragazzi sono finiti in ospedale. Sei minorenni sono stati denunciati. Nel corso della mattinata di ieri i carabinieri del nucleo radiomobile di Firenze sono intervenuti presso il centro di accoglienza minorile  di viale Belfiore poichè era stata segnalata una rissa tra gli ospiti. In particolare, 6 ospiti del centro, per futili motivi, hanno iniziato un acceso diverbio che è degenerato in una violenta colluttazione con  calci e pugni, mediante l’utilizzo di mazze e spranghe in alluminio, provocando anche il danneggiamento dell’impianto di riscaldamento. I carabinieri, giunti prontamente sul posto, a seguito di richiesta  pervenuta dagli operatori della struttura, hanno riportato la situazione alla calma. 

A causa delle lesioni riportate dai partecipanti alla  rissa, i 6 minorienni sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche.  Sul posto è intervenuto il personale del 118 che ha provveduto a  trasportare i ragazzi contusi e feriti presso i pronto soccorsi degli  ospedali Santa Maria Nuova e Careggi. I minori hanno riportato delle lievi lesioni per un massimo di 5  giorni. Si tratta di sei 17enni, 5 dei quali di origine kosovara ed  uno della Guinea. Per tutti è scatta la denuncia a piede libero per  rissa aggravata e danneggiamento. Al momento non sono ben chiari i  motivi per i quali la discussione è degenerata in rissa.