Due bombe in un centro commerciale in Thailandia: le immagini del rogo (video)

 Due potenti esplosioni hanno colpito un centro commerciale di Pattani, in Thailandia, provocando almeno 40 feriti. Come conferma la polizia alla Dpa, la prima deflagrazione è stata di lieve intensità e non ha ferito nessuno, mentre la seconda, una “enorme” autobomba esplosa cinque minuti dopo, ha ferito oltre 40 persone. Secondo quanto riferiscono i media locali, la prima deflagrazione sarebbe stata provocata da un ordigno posizionato all’interno del supermercato Big-C, mentre la seconda da un’autobomba nel parcheggio davanti al negozio.

Le foto e i video pubblicati sui social media hanno mostrato una grande nuvola di fumo nero nella zona e persone sanguinanti in fuga. L’esplosione dell’auto è visibile in un video diventato subito virale, ma che non mostra la vettura in questione. Secondo la polizia il mezzo utilizzato è stato rubato e ancora nessun colpevole è stato identificato.

Sul movente dell’attentato, la prima ipotesi è che si tratti di una nuova azione terroristica dei separatisti musulmani, che in un Paese prevalentemente buddista da oltre un decennio a questa parte seminano morte nelle province meridionali di Yala, Pattani e Narathiwat, a maggioranza islamica. Una ribellione a sfondo religioso costata la vita dal 2004 ad almeno 6500 persone, secondo il gruppo di monitoraggio indipendente Deep South Watch. Il mese scorso il governo thailandese ha respinto l’offerta di un negoziato di pace con mediazione o monitoraggio internazionale, proposta da uno dei gruppi protagonisti dell’insurrezione, il Barisan Revolusi Nasional.