Belen inguaia Corona: «È il signore delle buste di contanti»

E Belen Rodriguez inguaiò ulteriormente il già inguaiato Fabrizio Corona. «Corona è il signore delle buste di contanti. Se non aveva una busta con 10 mila euro nella tasca della giacca non era tranquillo». Così Belen ha testimoniato  al processo milanese a carico dell’ex fidanzato, imputato assieme alla sua collaboratrice Francesca Persi per quei 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte in un controsoffitto e in parte in cassette di sicurezza in Austria. La showgirl, sorrisi e tacchi rossi, appena è entrata in aula è apparsa visibilmente scossa: «Scusate, sono agitata». Il giudice Guido Salvini, presidente del collegio, l’ha apostrofata: «Stia tranquilla, e anche lei Corona, mi raccomando stia tranquillo», ha aggiunto rivolgendosi all’imputato. 

«Lui era fissato con i contanti, usava sempre le buste anche al ristorante, ogni volta che salivo in macchina c’erano buste», ha raccontato Belen. «Non so quanto guadagnasse, ma erano tanti soldi. Aveva una carta di credito, ma non la usava mai». Ha anche detto che nel periodo in cui avevano un relazione, tra il 2009 e il 2012, «eravamo ben pagati tutti e due, eravamo una coppia esplosiva. Ma non mi ha mai detto se nascondeva soldi. E io presumo che tanti contanti li nascondesse. Non sono mica tonta. Altrimenti cosa faceva, li lanciava dalla finestra?»,