Trapani, picchiato con calci e pugni per aver difeso un’anziana da due bulli

È intervenuto in difesa di un’anziana presa di mira da due giovani bulli, ma è stato picchiato violentemente con pugni e calci. Una violenta aggressione che gli ha provocato la rottura del setto nasale. È accaduto a Trapani, dove la squadra mobile ha denunciato un diciassettenne che adesso dovrà rispondere di lesioni personali aggravate.

Trapani, picchiato a sangue finisce in ospedale

La vittima è un giovane di trent’anni. L’uomo, mentre si trovava a bordo del suo scooter in pieno centro, ha notato due giovanissimi prendere in giro un’anziana signora in malo modo. La donna era visibilmente in difficoltà.  Il trentenne si è fermato ed è intervenuto per difendere la donna. Una scelta che gli è costata cara.  I due bulli lo hanno, infatti, aggredito e picchiato colpendolo al volto con calci e pugni e poi si sono dati alla fuga. Una violenza inaudita che ha costretto il malcapitato a sottoporsi a un intervento chirurgico a causa della frattura al setto nasale. Le indagini, immediatamente scattate, hanno permesso agli agenti di identificare il diciassettenne, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e contro la persona. Il giovane è stato denunciato a piede libero alla procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo.