“E tu lì con noi…”: in migliaia a Milano ricordano Sergio Ramelli (2 video)

“E noi sempre in piedi, a gridare il suo nome…”: sono le parole del cantautore Skoll nelle sua canzone Anita, dedicata alla madre di Sergio Ramelli, il ragazzo 18enne assassinato a colpi di chiave inglese da Avanguardia Operaia a Milano nel lontanissimo 1975. Come accade ormai da molti anni, le comunità militanti milanesi, unite, hanno ricordato Sergio Ramelli, Carlo Borsani ed Enrico Pedenovi nell’anniversario del loro martirio. Per Ramelli sono passati 42 anni, per Pedenovi 41, poiché fu ucciso l’anno dopo mentre stava andando a pronunciare un discorso in memoria del giovane missino, e per Carlo Borsani sono passati ben 77 anni. Ma nessuno li ha dimenticati. Come dimostra la presenza di migliaia di giovani, venuti anche dal resto d’Italia, al solenne rito del “Presente!” che si è svolto davanti il luogo dove Sergio Ramelli fu massacrato. I giovani successivamente, alle 19,30, hanno assistito alla messa per i tre Caduti alla chiesa di San Nereo e Achilleo e successivamente hanno partecipato ai concerti dei gruppi alternativi che si sono esibiti. Anche quest’anno va dato merito alle comunità milanesi di aver saputo organizzare un ricordo solenne, civile, unitario.

Per Ramelli libri, opere teatrali, documentari e tante canzoni

Il caso Ramelli ha colpito e impressionato, oltre alla sua comunità, tutti quelli che ne sono venuti a conoscenza negli anni successivi, dopo che si era squarciato parzialmente il velo del silenzio e dell’omertà che per anni ha messo la sordina a tutti i ragazzi missini caduti per mano comunista o per mano delle autorità. Su Sergio infatti sono stati scritti un libro di Guido Giraudo, Andrea Arbizzoni, Giovanni Buttini, Francesco Grillo e Paolo Severgnini, Sergio Ramelli, una storia che fa ancora paura, un’opera teatrale di Paolo Bussagli, Chi ha paura dell’uomo nero, un documentario, Milano burning, storia di Sergio. E moltissime canzoni da parte dei gruppi musicali non conformi. Li vogliamo ricordare tutti: A Sergio, di Roberto Scocco, Dedicata a Sergio Ramelli, di Enzo Matarazzo, Sergio Ramelli, degli ZPM, Una canzone per Ramelli, di Giulio Lorani, Assemblea, di Giulio Lorani, Aprile 75, degli Alcazar, Sergio, dei Civico 88, Più caro agli dèi, di Skoll e Anita, dedicato alla mamma di Sergio, di Skoll. Infine, è uscita oggi, per conto dell’ editore Ferrogallico, la graphic novel dedicata alla vita e alla morte di Sergio Ramelli, scritto da Marco Carucci e Guido Giraudo e disegnato da Paola Ramella. Da parte sua la leader di Fratelli d’italia Giorgia Meloni ha scritto su twitter: “42 anni fa Sergio Ramelli non è morto: le sue idee vivono in noi e nel suo nome lottiamo per consegnare ai nostri figli un’Italia migliore”.

milano-ramelli

(foto dal sito sergio ramelli.it)