Piccola festa per i 90 anni di Papa Ratzinger. Padre Georg. «Lui vuole così»

Per il suo compleanno, Benedetto XVI ha  espresso il desiderio di non voler grandi celebrazioni: i 90 anni, che il Papa emerito compie il 16 aprile, saranno festeggiati  moderatamente, seguendo lo stile bavarese. ”Non facciamo una festa  grande, non vuole il Papa, ci saranno alcune visite, cioè un piccolo  festeggiamento alla bavarese, questo si fa e questo è l’unico che ha  accettato. Già arrivano tante lettere e poi quando arriva il giorno  penso che ci saranno anche doni, ma è un festeggiamento molto moderato perché non vuole nessuna festa grande”. A dirlo è il cardinal Georg  Gänswein, Prefetto della Casa Pontificia e segretario particolare del  Papa emerito, in un’intervista esclusiva a Matrix, in onda in seconda serata su Canale 5.

A una domanda sull’eventualità che il governo americano, durante la presidenza di Barack Obama, abbia fatto pressioni per spingere alle  dimissioni Papa Benedetto XVI, padre Georg, una delle persone a lui  più vicine, risponde: ”Non è per niente vero, è inventato, è  un’affermazione senza fondamento. Io ho parlato anche con Papa  Benedetto dopo questa intervista e queste voci ha detto che non è vero. La rinuncia era una decisione libera, ben pensata, ben  riflettuta e anche ben pregata. Queste cose che si sono lette  recentemente sono inventate e non sono vere.

Papa Benedetto, conclude il segretario particolare, “non è la persona  che cede a delle pressioni. Tutt’altro. Quando ci sono state sfide e  quando si è dovuto difendere sia la dottrina sia il popolo di Dio è  proprio lui che si è comportato in modo esemplare: non è fuggito  quando è arrivato il lupo, ma ha resistito, e questo non sarebbe mai stato motivo per lasciare il pontificato e rinunciare”.