Scontri alla Sapienza. I collettivi volevano la Gelmini ma trovano la Fedeli (video)

Disordini e tafferugli tra un gruppo di studenti dei collettivi e le forze dell’ordine alla Sapienza. Gli esponenti dei collettivi erano mobilitati contro il convegno sulla riforma universitaria cui ha preso parte il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli. Era prevista anche la presenza dell’ex ministro Maria Stella Gelmini. Mentre nella facoltà di Lettere era in corso il convegno, gli studenti, giunti in corteo con striscioni e fumogeni, hanno chiesto di poter entrare. Bloccati dalle forze dell’ordine, hanno cercato di violare la barriera creando lo scontro con gli agenti. Gli studenti, al grido di “fuori i padroni dall’università”, hanno anche  lanciato uova contro le forze dell’ordine. Hanno provato poi a accedere all’edificio attraverso un altro ingresso ma sono stati bloccati dalle forze dell’ordine. Allontanatisi infine dalla Facoltà di Lettere, hanno proseguito la manifestazione nei viali dell’ateneo romano, scandendo slogan contro il governo: “Da Berlinguer a Gelmini, Fedeli alla linea: distruggere scuola e Università” e anche “Fuori dalla Sapienza chi ha distrutto l’Università”.
 

La questura di Roma in una nota sottolinea che “il personale della Digos, del commissariato Università, del reparto mobile e dell’Arma dei Carabinieri hanno respinto i manifestanti, impedendo che accedessero all’interno. Quaranta di questi sono già stati identificati e, vagliate le loro posizioni, anche grazie alla immagini riprese dalla polizia scientifica, saranno denunciati all’autorità giudiziaria”.