Romeno ubriaco prende a pugni la moglie davanti alla figlia di 3 anni

Firenze, un romeno di 23 anni aveva trasformato la vita della  moglie, anch’ella romena,  in un inferno di minacce e aggressioni continue. Quando la donna ha cercato di impedirgli di entrare in casa, il marito violento  e ubriaco ha buttato giù la porta e l’ha picchiata con schiaffi e  pugni davanti alla figlioletta di 3 anni. il romeno stato arrestato dai carabinieri poco dopo il grave episodio di violenza.

La giovane ha riferito ai carabinieri che nel corso della loro  relazione piuttosto travagliata e fatta di continui litigi, ha dovuto  subire maltrattamenti fisici e psicologici. La donna ha raccontato ai  militari che circa tre anni fa, dopo la nascita della loro  figlioletta, fu costretta ad abbandonare la prima abitazione, dove  viveva con il marito, per trasferirsi in una nuova casa sempre a  Firenze, poichè l’uomo nel frattempo l’aveva abbandonata ed era  tornato in Romania, per fare rientro in Italia solo nei primi giorni  di febbraio.

Una volta tornato, il giovane romeno ha iniziato nuovamente ad avere nei  confronti della moglie atteggiamenti minacciosi e aggressivi, tentando di riallacciare il loro rapporto, tant’è che negli ultimi cinque  giorni si è stabilito prepotentemente a casa della donna. Sabato  scorso e nella serata di ieri si sono verificati i due episodi più  gravi. In entrambe le circostanze, dopo aver innescato un litigio, il  marito ha aggredito la moglie con schiaffi e pugni al volto e alle  spalle, minacciandola di morte qualora avesse denunciato i fatti alle  forze dell’ordine.