Dopo Milano, anche a Genova paura per le incursioni di un picchiatore seriale

Dopo un mese torna a farsi vivo il picchiatore seriale a Sestri Ponente, a Genova, con altre tre aggressioni. La notizia viene data dal sito del quotidiano genovese Il Secolo XIX  che scrive “Nell’arco di poco più di una settimana ha colpito con un casco un giovane di 20 anni, poi ancora, alle spalle, due uomini. Sempre nel cuore di via Sestri o nelle vie perpendicolari al centro della delegazione e sempre negli orari in cui si sono verificate le prime aggressioni: la mattina presto, oppure il tardo pomeriggio. Ma Sestri, ora, non ha solo paura di imbattersi nell’uomo che aggredisce i passanti senza motivo. Ha anche paura di denunciarlo. Perché di tutte le vittime (sei da inizio anno) soltanto in tre hanno denunciato l’episodio. In un caso, tra l’altro, perché è subito intervenuta una volante della polizia”. 

Ha colpito poco dopo le sei del mattino, prendendo a pugni un cinquantenne e fuggendo a bordo di una Fiat Uno bianca. E ancora ha aggredito con un casco al volto un ventenne che era seduto in sella al suo motorino. Le vittime hanno ricostruito l’identikit dell’aggressore: giovane, basso e con gli occhiali.  “Ritratto – informa Il Secolo XIX – che viene confermato anche dall’ultima vittima del picchiatore, un impiegato di 42 anni colpito con un pugno alla nuca giovedì scorso, in via Biancheri, alle spalle di piazza Baracca”.  

L’ultimo caso di aggressioni immotivate si era registrato a Milano e aveva portato all’arresto di Nicolas Orlando Lecumberri, il 23enne dj spagnolo arrestato il 27 luglio del 2016 e scomparso dopo tre settimane quando, uscito da San Vittore, avrebbe dovuto raggiungere una comunità protetta in Liguria.