Caserta, algerino picchia la donna. Un anno fa tentò di ucciderla (era libero)

Un algerino quarantaduenne è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di San Felice a Cancello, nel casertano, per maltrattamenti in famiglia. I militari, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, sono stati avvicinati, per strada, da una donna visibilmente scossa e impaurita, la quale ha denunciato che, poco prima, era stata aggredita e malmenata dal proprio convivente.

Il precedente dell’algerino

La vittima è stata condotta presso il pronto soccorso dell’ospedale di San Felice a Cancello dove le è stata riscontrata una ecchimosi alla coscia posteriore destra e uno e stato d’ansia reattiva con 7 giorni di prognosi. Nel frattempo i carabinieri hanno provveduto a rintracciare e bloccare l’algerino che era già stato arrestato, l’8 dicembre 2015, insieme a un suo connazionale, per tentato omicidio in concorso, commesso ai  danni della stessa donna. Le successive dichiarazioni della vittima hanno permesso di accertare le analoghe e reiterate condotte violente subite.