Carnevale di Venezia al via tra agenti in maschera e calli blindate

Il tradizionale volo dell’Angelo ha ufficialmente inaugurato i festeggiamenti del Carnevale di Venezia: ed erano presenti in migliaia ad assistere allo spettaccolo con il naso all’insù e ad applaudire il lancio dal campanile di San Marco terminato con l’atterraggio atteso dal Doge e dalle 12 Marie del Carnevale 2017, in piazza San Marco. Tra la folla delle persone presenti, dietro la maschera… la divisa. Anche quest’anno, infatti, il Carnevale di Venezia sarà blindato e militarizzato. Ancora una volta, come da qualche anno a questa parte il rischio terrorismo e le misure di sicurezza impongono, vigili e agenti presidieranno calli e campi veneziani sotto copertura: o meglio, dietro una maschera, pronti a intervenire in qualunque evenienza in mezzo alla folla di dame settecentesche, di Casanova, eroi della fantasy e immancabili maschere della commedia dell’arte, che anche quest’anno animeranno il baccanale carnevalesco della Laguna.

Ecco le misure antiterrorismo per il Carnevale di Venezia

1) Chiusura della zona rossa e barriere anti-sfondamento. Gli accessi alla città e a Piazza San Marco saranno presidiati da pattuglie miste composte da poliziotti e agenti della polizia locale. I controlli a campione saranno effettuati a partire dai punti di ingresso della città a cominciare da piazzale Roma, dalla stazione di Santa Lucia, per finire all’attracco delle motonavi che arrivano da Punta Sabbioni. Piazza San Marco sarà protetta da varchi presidiati dove uomini in divisa controlleranno chi entra. Tutta la Piazza, in particolare durante le giornate di massimo traffico e afflusso cittadino, sarà controllata da sistemi di telecamere e da tiratori scelti. In Piazza saranno ricavati due corridoi, uno per la sfilata delle maschere e l’altro lasciato libero per eventuali emergenze. In terraferma, a Marghera, piazza Mercato sarà protetta durante la sfilata dei carri da barriere antisfondamento e da camion parcheggiati davanti agli accessi carrabili.

2 )Uomini in divisa e agenti in maschera. L’impegno per i diversi corpi delle forze dell’ordine sarà notevole, sia per quanto riguarda l’impego di uomini e mezzi, sia in termini ore di servizio richieste. Molto sarà fatto con la prevenzione da Digos e agenti in borghese. Come accade da diversi anni, gli agenti della Polizia locale e della Polizia di Stato vestiti in maschera monitoreranno la situazione dando letteralmente  la caccia ai borseggiatori. Questi ultimo, infatti, come noto, ad ogni carnevale calano in centro storico in gran numero. Impegnati anche gli uomini dei Nuclei speciali di polizia Uopi e di carabinieri Sos. Si tratta di agenti e carabinieri addestrati al pronto intervento in caso di azioni terroristiche.

3 ) L’ultimo punto di questo riassuntivo schema degli interventi previsti a garanzia della sicurezza pubblica nei concitati giorni del carnevale veneziano, riguarda le pattuglie sui treni e i filtri apposti nelle stazioni di partenza. I controlli ci saranno anche sui treni particolarmente affollati come sono notoriamente quelli che viaggiano nel periodo di carnevale. Va da sé che in uno scenario come quello appena descritto il ruolo della Polizia ferroviaria diventa determinate nel controllare passeggeri e bagagli. Soprattutto se questi ultimi dovessero risultare abbandonati. Tutto è pronto, allora: che la festa cominci…