Violentano e torturano un giovane in diretta su Facebook: quattro arresti

Scene di violenza inaudita. Uno choc in diretta. La polizia di Chicago ha arrestato quattro persone in relazione all’aggressione razzista subita da un giovane e mandata in onda su Facebook Live. Il video, che ha avuto ampia diffusione sui social network, mostrava quattro sospetti neri mentre abusavano di un diciottenne bianco con disabilità mentale.

La vittim legata e imbavagliata a Chicago

Secondo quanto è emerso la vittima era stata rapita fuori da una scuola di un sobborgo di Chicago e condotta in un quartiere sud-occidentale della città. È lì che è stata tenuta per circa 48 ore. Nel video, originariamente trasmesso da uno dei presunti aggressori, si vede il giovane legato e imbavagliato mentre viene sottoposto a brutali trattamenti.

Il capo della polizia: «Scene nauseanti»

Gli vengono infatti strappati i vestiti, spenti mozziconi di sigaretta addosso e tagliati i capelli fino al cuoio capelluto con un coltello. «È nauseante», ha detto nel corso di una conferenza stampa il capo della polizia di Chicago Eddie Johnson, annunciando che i quattro sospetti sono in custodia in attesa della conferma delle accuse.