In Germania si litiga su Trump persino sulla cittadinanza onoraria

Donald Trump non sarà cittadino onorario di Kallstadt, la cittadina tedesca da cui emigrarono i nonni, trasferendosi negli Stati Uniti. La decisione è stata annunciata dal sindaco del comune tedesco, Thomas Jaworek, al termine di una seduta del consiglio municipale, chiamato ad esaminare una proposta in tal senso.

No alla cittadinanza onoraria a Trump

I consiglieri non hanno preso in considerazione direttamente il testo della proposta di conferire la cittadinanza a Trump. Si sono limitati a ribadire la posizione secondo cui la città non conferisce cittadinanze onorarie. La proposta era stata presentata da esponenti del partito Repubblicano, un movimento molto piccolo che condivide i valori dell’omonimo partito americano. Oltre alla cittadinanza i promotori suggerivano di intitolare al presidente americano una strada o una piazza. Anche questa proposta è stata cestinata.

Anche la comunità di Freinsheim boccia la proposta 

Analoga risposta negativa è arrivata dalla municipalità di Freinsheim, che include la città di Kallstadt. Trump, ha dichiarato un portavoce, non ha i requisiti per poter ottenere la cittadinanza onoraria. Il nonno del presidente, Friedrich – che poi cambiò il nome in Frederick – lasciò la Germania per New York alla fine dell’Ottocento e da New York si trasferì successivamente nella parte occidentale dgli Stati Uniti durante la corsa all’oro.