Gdf blocca 1.500.000 di prodotti cinesi pericolosi: denunciato imprenditore

Contraffatti e pericolosi: fuori legge per il fisco e per questioni di ordine di salute pubblica. E, come quasi sempre accade in questi casi, la provenienza dell’illecito è cinese. E allora, sono stati sequestrati in pochi ore oltre un milione e mezzo di giocattoli e di materiale elettrico pericoloso.

Sequestrati 1.500.000 di prodotti contraffatti e pericolosi

Questo il pesante bilancio di un’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Torino a seguito diun’indagine partita da un negozio situato a Porta Palazzo, storico mercato del capoluogo piemontese, gestito da un imprenditore cinese, proprietario di un capannone, sempre nel capoluogo piemontese, e di un negozio in quello lombardo. Nel corso del controllo i Baschi Verdi torinesi hanno sequestrato oltre 80.000 articoli contraffatti e potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti. Nel corso delle perquisizioni nel negozio milanese, invece, gli inquirenti, sempre coordinati dalla Procura di Torino, hanno sequestrato oltre 1.500.000 di merce pericolosa, tra giocattoli, piastre per i capelli, luci notturne per bambini e altro materiale ad uso domestico e di utilizzo corrente che avrebbero potuto provocare danni alla salute, specie se di uso quotidiano. L’imprenditore responsabile del maetriale che sarebbe poi stato stoccato e immesso sul mercato, è stato denunciato. E il dramma è che come lui, tempestivamente individuato e per questa volta almeno fermato, molti altri sono già al lavoro su altrettanti fronti illeciti e pericolosi.