Brexit, la May fa sul serio: «Fuori la GB dal mercato unico europeo» (video)

Theresa May ha chiarito in una conferenza stampa che cosa intende per Brexit “Hard”: il Regno Unito  uscirà dal mercato unico europeo. Quindi non sarà un addio all’acqua di rose, ma un divorzio vero e proprio, in cui si metterà in discussione il pilastro stesso dell’Unione europea. Londra vuole un accordo commerciale  “coraggioso e ambizioso” con la Ue, ma non l’integrazione nel suo mercato. Perché  questo significherebbe continuare ad accettare la giurisdizione della  Corte di Giustizia europea che “significherebbe non uscire affatto  dalla Ue”. Un’ipotesi considerata inaccettabile.  “Non vogliamo essere membri del mercato unico -ha precisato la May – , ma vogliamo il più  ampio accesso possibile ad esso”. A tal fine, il Regno Unito potrebbe continuare a versare un  “contributo appropriato” alla Ue, ha anticipato la May, sottolineando  però che con l’uscita dall’Unione cesserà presto “il versamento di   vaste somme di denaro alla Ue”.

Per la May , la volontà degli elettori britannici  sulla Brexit è stata chiara e ora “non bisogna ribaltare il risultato, ma lavorare per farlo diventare un successo”. “Il Paese sta tornando unito. Ora dobbiamo mettere fine alle divisioni e al linguaggio che le accompagna”. 

Le Borse europee hanno reagito senza particolare apprensione  al discorso della May. Le perdite sono state contenute. A metà seduta, Londra segnava un calo dello 0,54%, Francoforte dello  0,40% e Parigi dello 0,23%. A Milano il Ftse Mib viaggiava sopra la  parità e guadagna lo 0,12%. Gli “apocalittici”, come al solito, sono stati smentiti. 

Vale la pena sottolineare che l’annuncio della May avviene all’indomani dell’elogio alla Brexit venuto da Trump. Londra non sarà sola. I tempi stanno davvero cambiando in fretta.