Cacciati dalla casa popolare. Meloni: gli italiani devono avere la precedenza

Bisogna fare chiarezza perché la realtà è stata capovolta. Una lettura dei fatti che fa comodo ai buonisti, dal M5S al Pd. La verità è che nel quartiere San Basilio di Roma è stata sgomberata una famiglia di italiani in difficoltà. Che aveva occupato una casa popolare. E questa casa popolare è stata assegnata a una famiglia di marocchini. «I cittadini del quartiere si sono ribellati», ha scritto su Facebook Giorgia Meloni. «E da questo è nato un caso politico». Polemiche a fiumi, accompagnate dalle solite semplificazioni. «Razzismo, xenofobia, intolleranza».

«La gente è esasperata»

«Credo invece che la questione sia molto più semplice», ha detto la Meloni. «La gente è esasperata da uno Stato sempre attento alle esigenze degli immigrati». E sempre «più distante da quelle degli italiani». Per la leader di FdI, «sul tema specifico delle case popolari, degli asili nido, dell’accesso ai servizi sociali Fratelli d’Italia ha da tempo fatto una proposta chiara». Una proposta che prevede la precedenza agli italiani. In più, la priorità a chi risiede in quel Comune da più anni.

Meloni: «Gli italiani scavalcati dagli immigrati»

Occorre cambiare.«Altrimenti gli italiani saranno sistematicamente scavalcati nelle graduatorie dagli immigrati»,  ha precisato la Meloni. «Saranno di fatto esclusi da ogni forma di servizio sociale». Poi ha specificato: «Non ho nessuna intenzione di difendere chi occupa abusivamente le case». Ma se lo Stato rinuncia a garantire un sistema serio e legale per l’accesso ai servizi sociali, «diventa inevitabile la rivolta di chi è più in difficoltà e si sente abbandonato». Purtroppo «sono concetti che la sinistra che ci governa e la sinistra del M5S si ostinano a non capire».