Salvini: «Basta perdere tempo. Al voto subito o chiamiamo in piazza gli italiani»

 «Al voto subito con qualsiasi legge elettorale altrimenti chiameremo in piazza i cittadini: i 32 milioni di persone che hanno votato domenica scorsa non possono essere presi in giro, quindi voto subito». Lo ha ripetuto e spiegato il segretario della Lega Nord Matteo Salvini a margine della cerimonia di conferimento degli Ambrogini d’oro, le onorificenze conferite dal Comune di Milano.

Salvini: «Basta sottrarre tempo agli italiani»

“Se avessimo una Corte costituzionale normale, in un Paese normale, non ci metterebbe altri due mesi a partorire la sentenza su una legge che è evidentemente sbagliata”. Cosa fare, dunque, semplice, se ci fosse la volontà politica. “Se si vuole si può votare all’inizio dell’anno: Parlamento nuovo, Governo nuovo e poi sì che si va in Europa con la testa alta e con orgoglio – ha detto Salvini – Come fanno ad andare in Europa dopo quello che è successo Alfano, Padoan, Renzi? Giusto Obama gli telefona ancora”. Quanto agli alleati, Salvini annuncia l’incontro previsto con Berlusconi, compatibilmente con il fatto che il Csvaliere è ora al San Raffaele per dei controlli. “Sì, oggi ci sentiremo con Silvio Berlusconi, dice il leader della Lega Nord rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se vedrà o sentirà l’ex premier per confrontarsi sulla crisi di governo. “Non lo vedrò ma lo sentirò per gli auguri da milanese a milanese di Sant’Ambrogio”, ha concluso.”Se siamo in queste condizioni incredibili è frutto della attività dei Renzi, Napolitano e Mattarella – ha proseguito -. Non possiamo in nome dei loro errori rubare altro tempo ai cittadini italiani. Quindi o voto subito oppure ci rivediamo in piazza”. Secondo il leader della Lega, “bisogna votare prima possibile, a gennaio o a febbraio. Anno nuovo, Parlamento nuovo”.