Pechino nella morsa dello smog: la visibilità è scesa sotto i 100 metri

Nuovo allarme rosso in Cina: ancora una volta Pechino nella morsa dello smog e dell’inquinamento sta passando 48 particolarmente difficili e la città continua a denunciare – per l’ennesima volta nel giro di breve – una crisi ormai oltre la soglia del tollerabile. Siamo all’ultimo sos lanciato dalle autorità cinesi in appena qualche mese e a poca distanza – ma che sembra ormai siderale – dal vertice mondiale di Parigi sul clima. Pechino, infatti, una volta di più, si prepara a fronteggiare l’emergenza.

Pechino nella morsa dello smog

I livelli di smog in città hanno toccato infatti picchi preoccupanti nelle ultime 48 ore, al punto che la visibilità in alcune aree della capitale è scesa sotto i 100 metri: secondo le rilevazioni sulla qualità dell’aria dell’ambasciata Usa, nello stesso periodo temporale si è avuto un massimo a 398 di Pm 2.5, le particelle sottili causa di problemi respiratori. La corrente d’aria fredda, attesa soprattutto domenica, dovrebbe portare alla consistente riduzione dell’inquinamento, in base alle previsioni della locale agenzia meteo. resta comunque il fatto che le regioni cinesi del nord e del nordest avranno un inverno molto più esposto allo smog a causa della “Nina”, il fenomeno dovuto al periodico raffreddamento della superficie dell’oceano Pacifico all’altezza dell’equatore, che genera condizioni meteo particolarmente eccezionali. Come pure, resta comunque il dato inquietante che Pechino ha già registrato da ottobre quattro cicli di allerta inquinamento, insieme alle aree limitrofe di Tianjin e di Hebei. Anche stavolta, allora, i provvedimenti che saranno certamente attivati in conseguenza del nuovo innalzamento del livello di guardia – verranno apportate alcune modifiche alla viabilità e al quotidiano svolgimento delle attività lavorative e studentesche, alcune fabbriche dovranno chiudere e altre ancora ridurre sensibilmente la produzione – tamponeranno la falla. Ma è solo un toppa applicata a una voragine da tempo senza fondo…