Friuli, vince il centrodestra. Gasparri: «La Serracchiani prepari le valigie»

Due vittorie nette e solide del centrodestra unito nei comuni friulani di Monfalcone e e Codroipo, dove si è votato per i ballottaggi che hanno espresso i sindaci dei rispettivi comuni. Impresa storica a Monfalcone, feudo della sinistra da sempre. Con il 62,49% ( 6.642 voti) Anna Maria Cisint è stata eletta sindaco, con una vittoria schiacciante sulla sindaca uscente, nonché candidata del centrosinistra, Silvia Altran, che si è fermata al 37,51% (pari a 3.987 voti). Il netto distacco tra le due è stato evidente fin dalle prime sezioni (36 in tutto) scrutinate. Al primo turno la Cisint aveva conquistato 5.256 voti (49,53%) sfiorando l’elezione mentre Altran aveva ottenuto 3.612 voti (34,04%). Per il centrodestra regionale si trattava di test cruciale: dopo aver conquistato Trieste e Pordenone nella scorsa tornata elettorale anche la città dei cantieri passa di mano. Sette le liste che hanno appoggiato Cisint: Lega nord (14,47%), Forza Italia (7,56%), Monfalcone responsabile con i fatti (7,18%), Monfalcone sei tu (5,97%), Partito dei pensionati (5,95%), Fratelli d’Italia (4,55%) e La Fenice (2,63%).
Altro successo a Codroipo dove Fabio Marchetti, candidato del Centrodestra, è stato confermato sindaco. Sostenuto da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale, Viviamo Codroipo per il centro destra, Marchetti ha ottenuto 4.179 voti (54,17%). Al ballottaggio ha superato Alberto Soramel, sostenuto da Partito democratico, Altre prospettive, Fare comunità, Progetto Codroipo – civica Soramel sindaco fermo al 45,73%.

Ballottaggi, Gasparri: «La Serracchiani ormai è priva di consenso»

Quando il centrodestra è unito non ce n’è per nessuno. Esulta Forza Italia, con il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri: «Complimenti al centrodestra nel Friuli Venezia Giulia che registra nuovi e importanti successi. A Codroipo Fabio Marchetti, sindaco di FI, è stato confermato per un secondo mandato con largo consenso. A Monfalcone, quinta città della Regione, la coalizione di centrodestra con Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia porta al successo la candidata Anna Cisint. Si tratta di risultati veramente eccezionali dopo le affermazioni dei mesi passati a Pordenone e a Trieste», analizza Gasparri, che analizza le perdite di posizione del Pd nella Regione Friuli Venezia Giulia. «La Serracchiani è priva di consenso e di maggioranza. Prepari le valigie per abbandonare una terra cui è estranea e che sta governando malissimo. La sua saccenza ha dato un contributo alla vittoria del centrodestra. Complimenti ai nostri dirigenti e ai nostri militanti protagonisti di questa bella impresa».

Meloni: «Monalcone libera dalla sinistra»

Esulta la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: «A casa della Serracchiani i cittadini dicono no a Renzi: vittoria a Monfalcone, finalmente libera dalla sinistra»: lo scrive su Facebook la presidente di Fratelli d’Italia. «Complimenti e buon lavoro al nuovo sindaco Anna Maria Cisint, sostenuta con convinzione dalla lista di Fratelli d’Italia che ha ottenuto un importante consenso. Congratulazioni anche al sindaco di Codroipo Fabio Marchetti, anche lui sostenuto da FdI, per la rinnovata fiducia che i suoi concittadini gli hanno confermato. La ricostruzione dell’Italia parte dal territorio».

«Un’impresa storica»

«Un’impresa storica, a sottolineare la voglia di cambiamento dei cittadini». Così il capogruppo alla Camera e segretario della Lega Nord Fvg Massimiliano Fedriga sul ballottaggio a Monfalcone e Codroipo. «L’affermazione di Anna Cisint a Monfalcone, nostra candidata nella storica roccaforte della sinistra in Friuli Venezia Giulia, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Sono certo che le sue qualità umane e l’esperienza maturata in anni di lavoro come dirigente nella pubblica amministrazione sapranno portare ottimi risultati a una città colpita da gravi problemi economici e sociali».