Trieste, pediatra con la Tbc. Scoperto bimbo ammalato in città

Allarme Tbc a Trieste. Un allarme concreto e quasi incredibile. Perchè in più c’è di mezzo un bambino. Bambino che è stato scoperto affetto dalla Tbc nel corso degli accertamenti avviati nel capoluogo Giuliano dopo la scoperta della malattia in una pediatra addetta alle vaccinazioni in un Distretto sanitario della città. Non si sa come la pediatra in questione abbia contratto la malattia. Né si sa ancora se e perchè non abbia avuto l’accortezza di avvisare. Quel che si sa è che il piccolo è ora ricoverato nell’ospedale infantile Burlo Garofolo e – si apprende da fonti dello stesso ospedale – per fortuna le sue condizioni non destano preoccupazione. Il piccolo però è solo uno dei 3.490 bambini sottoposti a controlli dopo la scoperta della Tbc nella pediatra. Il bambino – si apprende sempre al Burlo Garofolo – è stato sottoposto ai test e alle cure previste dal protocollo definito al momento della scoperta della malattia nella pediatra triestina. Il piccolo – rilevano le medesime  fonti sanitarie – non è nella fase contagiosa della malattia e quindi – spiegano i sanitari del Burlo Garofolo – al momento si escludono situazioni di potenziali e ulteriori contagi. Del piccolo non si conosce l’età. Anche se è trapelato che dovrebbe essere molto piccolo. Rimane l’allerta Tbc. E lo sconcerto in città.