Sessualità, gli italiani non cambiano: la vita reale batte ancora il web

Sessualità come una volta. Pudichi o semplicemente amanti delle care e vecchie maniere, negli approcci con l’altro sesso gli italiani preferiscono infatti la vita reale a quella virtuale. Sessualità che non è più un argomento tabù, anche se quando devono esporre le proprie fantasie i nostri connazionali diventano timidi. Vengono fotografati così gli italiani secondo due indagini della Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica (Fiss). Secondo un’analisi condotta su un campione di oltre 1.000 persone, gli italiani alle app e ai social network preferiscono la vita reale per conoscere nuovi partner. Non che snobbino completamente i nuovi mezzi di comunicazione. Anzi, la maggior parte confessa di usarli per il sexting, ovvero, lo scambio di messaggi dal contenuto sessualmente esplicito. Ma sempre, rigorosamente, con persone che nella quotidianità frequentano o che comunque conoscono. Sessualità consapevole si direbbe. La schiera di chi ha usato un’applicazione per conoscere un nuovo partner è esigua, solo il 34%, e chi l’ha scaricata lo ha fatto per rimanere fuori dalla solita cerchia di frequentazioni (64%) ma anche per evitare l’imbarazzo di una conoscenza diretta (16%) o per la mancanza di tempo per trovare un partner (15%). Sessualità che in base all’indagine, svela come i social network riscuotano più successo rispetto alle app: coloro che cercano qui l’anima gemella sono sempre la minoranza ma non così risicata (45%), anche se solo il 4,6% spera in una relazione stabile. Le video chat sono snobbate dal 77% degli intervistati che dichiara di non averle mai usate a fini sessuali. In tanti però guardano i siti pornografici (oltre il 70%), per lo più “qualche volta” anche se il 4% lo fa come abitudine quotidiana. Il mezzo più usato per navigare sui siti hot è soprattutto il proprio pc o lo smartphone ma un 2% ‘rischia’ accedendo dal computer aziendale. Per ciò che riguarda le fantasie più comuni sotto le lenzuola, invece, non emerge secondo gli esperti molta trasgressività, e vi sono differenze tra uomini e donne. Secondo una seconda indagine Fiss, infatti, le prime mettono in cima a tutto l’avere un rapporto sessuale con il partner amato, seguito dal baciarlo appassionatamente, abbracciarlo teneramente. Nella lista delle meno frequenti, invece, avere rapporti con qualcuno più giovane o con due partner di sesso opposto. La palma della fantasia più frequente indicata dagli uomini va invece alla stimolazione orale, seguita dall’avere un rapporto sessuale col proprio partner. In cima a quelle meno indicate, infine, fare l’amore in un luogo pubblico, vestirsi in maniera provocante e assumere atteggiamenti seducenti.