Pier Luigi Bersani: «Berlusconi è più simpatico a me che a Renzi» (il video)

Alla Festa dell’Unità l’ex segretario del Partito democratico Pier Luigi Bersani, sorprende tutti: «Berlusconi umanamente è più simpatico a me che a Renzi e D’Alema». Il punto è un altro, ha poi specificato, e cioè essere coerenti con quanto si afferma in campagna elettorale: «Con Berlusconi avrei potuto trattare anche io dopo le elezioni e fare il governo…». Poi, durante il botta e risposta, un nuovo affondo: «Ci può essere certamente un disaccordo, ma il dileggio da parte di un segretario di partito non è accettabile: sono stati usati toni aggressivi contro una parte della nostra gente», ha detto . Lo ha detto Bersani commentando le parole di Matteo Renzi nei confronti di Massimo D’Alema. «A chi si proclama esponente del nuovo – ha aggiunto – ricordo che tutti noi esistiamo perché in passato ci sono state altre persone».

Il giudizio di Bersani sul referendum

«Se si votasse domani, certo che voterei no», ha detto Bersani intervenendo sul tema delle riforme. «Non vedo nessuna apertura, prima devono dire di aver sbagliato a porre la fiducia sulla legge elettorale». Comunque, «c’è tempo per fare una nuova legge elettorale prima del voto referendario: l’importante è che ci siano due pilastri fondamentali, l’addio a un ipermaggioritarismo inaccettabile e un meccanismo per conoscere i propri candidati».