Anche per la Polizia è un mistero da film la valigia arrivata dal 1960

FacebookPrintCondividi

Una valigia abbandonata a pochi passi dalle rotaie di un binario di una piccola stazione ferroviaria, dal contenuto incredibile. Potrebbe esseere l’incipit di un nuovo romanzo di Stephen King o la puntata di una serie di fantascienza come Fringe. In effetti, il caso di cronaca in sé è talmente singolare e dalle connotazioni così suggestive che solto la certezza della fonte (la Polizia di Stato) fanno sì che non venga etichettato come l’ennesima bufala del web. Invece, come riporta la pagina di Agente Lisa, la bacheca Facebook della Polizia di Stato, il fatto di cronaca non solo è vero ma ha dato la stura a una sorta di caccia alla soluzione che ha già infiammato il web.

La valigia trovata in una piccola stazione bolognese

Ecco la vicenda, come è stata raccontata sulla pagina Fb della Polizia di Stato. «Stazione di Alto reno (ex Porretta terme) in provincia di Bologna, il capotreno vede una vecchia valigia abbandonata sul marciapiede del secondo binario. Nessuno nei paraggi. Decide di dare un’occhiata al contenuto, dentro solo vestiti da bambina. Chiama la Polizia ferroviaria e accorre il Comandante. Appurato che non ci sono pericoli il Sovrintendente Capo porta la valigia negli uffici per esaminarla meglio».

Nella valigia oggetti di 50 anni fa, tutti come nuovi

«La valigia – prosegue la nota di Agente Lisa – è ben tenuta ma risalente agli anni ’60, come anche il suo contenuto, vestitini da neonata, puliti, piegati e ordinati, divisi per sacchetti. Tutto però di moda negli anni’60, appunto. Ma nuovi, come se fossero comprati ieri e riposti con cura come farebbe una mamma con gli abiti della sua bimba. È passata una settimana e la valigia è ancora custodita negli uffici della Ferroviaria, nonostante un articolo apparso sul quotidiano locale con i riferimenti da contattare, ma nessuno si è ancora presentato a reclamarla. Le telecamere non ci sono d’aiuto per vedere chi l’abbia lasciata e nessuno ha notato una persona camminare in stazione con una valigia dalla foggia così retrò. Sembra comparsa all’improvviso dal nulla…». Il giallo (stavolta per fortuna incruento e senza vittime) resta ancora in attesa di soluzione.