Trump: «Le guerre di Hillary hanno portato il terrorismo Isis nel mondo»

FacebookPrintCondividi

L’attacco di Donald Trump a Hillary Clinton non s’è fatto attendere: “Le guerre di Hillary in Medio Oriente hanno provocato distruzione, terrorismo e l’Isis nel mondo”: e’ stato uno dei tweet più letti e rilanciati del candidato repubblicano. Che non si è certo risparmiato nel criticare e denunciare l’incapacità dell’ex Segretario di Stato di Obama. “Il rifiuto di Hillary di nominare l’Islam radicale, mentre preme per un incremento del 550% dei rifugiati, e’ un’altra prova che non e’ adatta a guidare il Paese” è stato un altro tweet di Trump che poi ha chiuso la giornata con un ulteriore affondo contro la candidata dei democratici: “Il nostro modo di vivere e’ sotto la minaccia dell’Islam radicale e Hillary Clinton non puo’ neppure arrivare a pronunciare (queste, ndr) parole”. Sul discorso della Clinton è poi intervenuto lo staff di Donald Trump: ”Il discorso di Hillary Clinton e’ stato una collezione offensiva di cliche’ e retorica riciclata”, ”un discorso fatto da un universo di fantasia, non dalla realta’ in cui viviamo oggi”. Una bocciatura sonora dell’intervento con cui Hillary Clinton ha accettato la nomination democratica per la Casa Bianca. ”Ha speso la serata parlando con superiorita’ al popolo americano e guardando dall’alto la sua intera vita”, si legge in una nota firmata da Stephen Miller, consigliere politico del candidato repubblicano. Il quale è andato poi nel dettaglio spiegando che ”Hillary ha parlato di unita’, del pluribus unum (il motto americano sull’integrazione delle prime tredici colonie in un’unica nazione, ndr) ma la sua agenda globalista nega ai cittadini americani la protezione a cui hanno diritto, facendoci a pezzi. Il suo radicale piano di amnistia portera’ via posti di lavoro, risorse e benefici ai cittadini piu’ vulnerabili degli Stati Uniti e li dara’ ai cittadini di altri Paesi”. E intanto tutti i media sottolineano che il vantaggio di Trump continua ad aumentare.