Giammarco Tamberi dovrà rinunciare alle Olimpiadi: lesione del legamento

Giammarco Tamberi dovrà dire addio alle Olimpiadi. Il saltatore azzurro – primatista italiano di salto in alto – non potrà partecipare ai giochi di Rio de Janeiro. Una medaglia quasi certa, viste le recenti performance dell’azzurro, che evapora. Quando si dice che la sfiga ci vede benissimo! È passato da poco mezzogiorno quando arriva il responso medico: lesione del legamento deltoideo. Stop. Fine dei Giochi per Tamberi. Lui, ovviamente si dispera: anni di preparazione, di sacrifici e di ottimi risultati gettati al vento. Oro iridato indoor ed oro recente all’europeo, Giammarco Tamberi era più che una speranza per l’atletica azzurra a corto di titoli e medaglie. Era una certezza di podio che adesso scompare. “Ridatemi il mio sogno. Addio Rio, addio mia Rio”. Gianmarco Tamberi è giustamente affranto e affida a Instagram parole e lacrime per la lesione del legamento della caviglia sinistra che gli costerà la partecipazione ai Giochi. L’esito degli esami dopo l’infortunio di Montecarlo è stato impietoso col saltatore azzurro, che solo pochi minuti prima di distruggere il suo sogno olimpico aveva portato a 2.39 il primato italiano dell’alto. “Vorrei urlarlo che tornerò più forte di prima, ma ora riesco solo a piangere”. E inaftti per Tamberi è difficile trattenere le lacrime. Niente Olimpiadi di Rio de Janeiro. Lo spazio di un attimo e dal trionfo si cade nella disperazione più assurda. Noi ci auguriamo che il ragazzo possa risollevarsi. Soprattutto psicologicamente. Giammarco Tamberi non meritava questo epilogo. Ma, a volte il destino sa essere davvero cattivo.