I conti in tasca a Benigni: case, terreni e una villa. Renziano e contento

FacebookPrintCondividi

Benigni milionario e contento. L’attore comico, sino all’altro ieri icona della sinistra-sinistra, ma passato recentemente sotto le insegne più comode e tranquillizzanti di Matteo Renzi (e schieratosi perciò per il Si al referendum di ottobre), può guardare con assoluta tranquillità al futuro. Al contrario di tanti connazionali, magari di sinistra, lui e le sua compagna Nicoletta Braschi possono stare più che sereni. Felici e contenti, addirittura. Gli affari vanno a gonfie vele. Perchè i soldi incassati sono sempre tanti e in più,  ad implementare il gruzzolo, ci stanno case e terreni a iosa. Le società messe in piedi dalla coppia pare macinino infatti dividendi su dividendi. Andrea Giacobino sul suo sito di notizie e chicche economiche Finanzadietrolequinte, ripreso con grande evidenza da Dagospia, con certosino puntiglio ci rende edotti del capitale che sarebbe in mano a Benigni e consorte. Così scopriamo che, oltre alla Melampo – che gli ha staccato una cedola da 800mila euro – e ad altre società, fra cui la Tentacoli Edizioni musicali (che detiene i diritti delle colonne sonore dei film), i Benigni hanno anche una società immobiliare. Con numeri anche qui da capogiro. Almeno per i comuni mortali. Avrebbero infatti all’attivo ventuno case, venti terreni e pure una villa esclusiva nell’arcipelago della Maddalena. Accipicchia. Da rilevare infine che la signora Braschi detiene anche il 49% della Sicura srl di Cesena che vende latte in polvere per neonati e che nel 2015 ha fatturato circa un milione di euro. Beati i Benigni, perciò. Almeno lui e consorte, il problema della pensione l’hanno bello che risolto. Alla salute dei tanti lavoratori italiani che si dibattono tra mille difficoltà. Che si potranno sempre consolare guardando una qualche replica di Jonny Stecchino. Contribuendo così alla ulteriore lievitazione del patrimonio dei Benigni.