Ora Donald Trump fa davvero paura: il riporto biondo fa impazzire il mondo

Diavolo di un Donald Trump: il riporto biondo fa impazzire il mondo. Avanza come un carrarmato. Cosicchè adesso c’è parecchio sgomento. In Occidente e nei “democratici” media. Tutti a domandarsi e ad affannarsi: ma si fermerà? Quando si fermerà? Chi lo fermerà? Donald Trump sta diventando una febbre per il mondo del politicamente corretto. Li sta facendo impazzire tutti. Lui, il “rozzo” miliardario con riporto biondo, è instancabile. E irrefrenabile. Sta terremotando l’intero sistema americano. Che prova inutilmente a serrare le fila e compattarsi. Una fatica. Democratici ed establishment repubblicano hanno ormai gettato la maschera. Da sempre in disaccordo su tutto, improvvisamente si trovano d’accordo: è lui il nemico. I competitor repubblicani li sta a far fuori uno dopo l’altro. Basti gurdare la fine di Jeb Bush. E già punta i democratici. Perché  i sorrisi di Hillary Clinton e la supponenza di Barack Obama nascondono in realtà una fottuta paura. Paura che per l’appunto fa Donald di nome e Trump di cognome. Più i dati dei voti e dei caucus arrivano ai loro quartieri generali e più la paura aumenta. Mai s’era vista una Casa Bianca a fine mandato attaccare così duramente un candidato del partito opposto. Mai si era visto il partito che sta all’opposizione remare contro il suo più credibile candidato. Due fatti per un’unica paura. La paura di Donald Trump e di tutto ciò che lui ormai rappresenta. Perchè al miliardario americano -che si sta pagando di tasca sua la campagna elettorale senza chiedere un centesimo a nessuno- è riuscita un’operazione che ha del rivoluzionario: ha puntato tutto il potere politico, economico e persino quello religioso e ha cominciato a menare a più non posso. Partendo da quell’intuizione della prima ora con la quale aprì – tra lo scherno generale – la sua corsa alla nomination. Quella frase che alcuni non capirono e che altri lasciarono cadere: “Mio padre mi diceva sempre che siamo governati da incapaci” disse Trump presentandosi ai suoi connazionali. E su quella falsariga ha impostato tutte le sue apparizioni. Cosicchè, mentre gli sfidanti repubblicani non sanno più che pesci prendere, mentre la Clinton e le lobby che la sostengono e foraggiano con milioni di dollari cominciano ad avere davvero paura, mentre Obama prova ad usare tutta la sua residua influenza per fermarlo, Donald Trump fa una specie di miracolo politico. In un periodo in cui gli analisti spiegano che la gente è stanca, nauseata e carica di  avversione per chi fa politica, migliaia di americani repubblicani, agnostici e democratici sono corsi in massa ad iscriversi nelle liste elettorali del Gop (Grand Old Party) per potere votare alle primarie del Supermartedì. Per votare Trump. La speranza dal riporto biondo che fa impazzire il mondo.