Torna il terrore: un volo Air France atterra a Mombasa, ma la bomba non c’era…

Salgono gli allarmi per attentati terroristici in prossimità delle festività e con l’incremento degli spostamenti dei turisti. E l’incubo del terrorismo si abbatte ancora sulla Francia  dopo che un volo dell’Air France da Mauritius a Parigi è stato costretto ad atterrare nella città keniana di Mombasa dopo che è stato rinvenuto un dispositivo, che si è  sospettato  potesse essere una bomba, nel gabinetto. Fonti della polizia keniana hanno dapprima detto  che la bomba era effettivamente presente a bordo, ma fonti francesi parlando di una “finta bomba”.  L’aereo dell’Air France trasportava 459 passeggeri e 14 membri dell’equipaggio. Tutti i passeggeri del volo Air France sono stati evacuati e il dispositivo è stato portato in un posto sicuro fuori dall’aeroporto. Con il passare delle ore è stato accertato che non di bomba si trattava ma di un dispositivo sospetto.

Paura di attentati anche in Pakistan. L’Ambasciata degli Stati Uniti in Pakistan ha rilasciato un alert molto circostanziato sulla possibilità di attacchi terroristici che potrebbero avvenire ad Islamabad nell’ultima parte del mese, quindi a fine anno, e che potrebbero riguardare luoghi di culto e centri commerciali.

In un’avvertenza pubblicata sul proprio sito web nella categoria ‘messaggi urgenti’, l’ambasciata Usa sostiene di aver “ricevuto informazioni di minacce riguardanti possibili attacchi nell’ultima parte di dicembre, specialmente durante i periodi di vacanza di Natale e Nuovo Anno. Tali obiettivi potrebbero essere luoghi di culto e centri commerciali”. Senza fornire particolari sull’origine delle informazioni pervenute, la rappresentanza diplomatica chiede ai cittadini americani ed al pubblico in particolare “di evitare le aree affollate durante Natale ed il Nuovo Anno, minimizzando gli spostamenti specialmente in mercati, ristoranti, hotel e luoghi di culto ed in altri luoghi dove siano riunite molte persone”.