Niente torta nuziale e balli in Cecenia: offendono la tradizione musulmana

Le scelte dettate dall’estremismo religioso non conoscono limiti. E sembra una gara a chi vuole salvaguardare l’integralismo arrivando agli eccessi. Le ultime notizie arrivano dalla Cecenia e finiscono per “controllare” anche il giorno del fatidico sì degli sposi. Niente più taglio della torta nuziale nel corso dei matrimoni che si svolgono a Grozny, capitale della Cecenia del controverso Ramzan Kadyrov. E addio a balli considerati troppo osceni e ai tradizionali spari durante i festeggiamenti. Sono alcuni dei provvedimenti pubblicati dall’assessorato alla Cultura della città, con l’obiettivo di salvaguardare la tradizione e la morale dei giovani ceceni, di religione prevalentemente musulmana.

Le decisioni del Comune in Cecenia

Il Comune ha inoltre deciso che gli ospiti non potranno più mostrarsi visibilmente ubriachi o vestiti “in modo non conforme alla mentalità cecena” e durante i balli le coppie non potranno muoversi a meno di un braccio di distanza gli uni dagli altri. Secondo quanto previsto dal documento, gli ospiti dei matrimoni dovranno «impedire severamente» ogni violazione delle regole e se le cose dovessero sfuggire di mano, gli organizzatori dovranno chiamare la polizia. La settimana scorsa Kadyrov aveva invitato i negozi di vestiti a non vendere più abiti europei, che sono diventati di moda – aveva spiegato – e minacciano le tradizioni della repubblica cecena.