Cittadinanza facile e utero in affitto: Gasparri sfida i “moderati” di Renzi

«Diciamo chiaramente no all’utero in affitto e alla cittadinanza facile». A ribadirlo è stato il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, rivolgendosi in particolare «ai presunti moderati al servizio di Renzi».

«La cittadinanza facile? Una manovra elettorale»

Gasparri ha sottolineato in particolare come la norma sulla cittadinanza, presentata alla Camera, vada contrastata perché si tratta di un voto per «la cittadinanza facile per una massa di extracomunitari: una chiara manovra elettorale a discapito dei fondamentali principi del diritto e della logica». «Un invito – ha proseguito il senatore in una nota – a sbarcare nel nostro Paese, che si è già distinto in questo con il governo Renzi, autore di un vero e proprio scafismo di Stato».

Gasparri: «L’utero in affitto stravolge il diritto naturale»

Quanto alla norma sull’utero in affitto, poi, per Gasparri, «nel silenzio delle femministe, il corpo delle donne diventa oggetto dell’egoismo delle persone omosessuali, che potranno commissionare bambini a pagamento a donne disperate». «Si stravolgono principi fondamentali del diritto naturale e dell’ordinamento dello Stato, a conferma che Renzi risponde a logiche classiche della sinistra», ha sottolineato ancora l’esponente di Forza Italia, parlando di «demagogia e smantellamento dello Stato» come «caratteristiche anche in questa stagione del Pd». «Forza Italia – ha concluso quindi Gasparri – deve invece proporre un modello alternativo dove la democrazia, il rispetto della persona, la difesa di principi fondamentali prevalgano in un equilibrio ben diverso da quello prospettato dalla sinistra».