Toti sferza Forza Italia: «Verdini ha sbagliato tutto ma il partito deve cambiare»

«Non ne faccio una questione generazionale, anzi. Perché ci sono veterani utilissimi e giovanotti che non servono alla causa. Ma Forza Italia si sta trasformando, sta cambiando pelle. Non si può rimanere ancorati al passato, la gente chiede cambiamento e la vittoria in Liguria lo dimostra». Lo dice Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia, in un’intervista al Corriere della Sera. E il ruolo di Berlusconi? «Il suo ruolo lo decide lui stesso – risponde -. E noi confidiamo che sia sempre un ruolo attivo, visto che per noi Berlusconi è indispensabile. Inoltre, speriamo anche che Berlusconi continui a favorire, come sta facendo, l’ascesa di una classe dirigente rinnovata». «Dietro la partita sulle riforme – secondo Toti – se ne sta giocando un’altra. C’ è una vecchia classe dirigente, superata dalla storia, che sta sfruttando il treno delle riforme per sopravvivere”, il riferimento di Toti è “anche a Verdini”. «Qualcuno – prosegue – ha fatto male i conti. A Renzi conviene sfruttare una classe dirigente ormai bollita per approvare le riforme. Dopodiché, una volta che li avrà sfruttati, li scaricherà”. Toti chiarisce che Fi tornerà a discutere di riforma costituzionale a patto che “si riveda per davvero il tema dell’elettività dei senatori”, che “si riapra la legge elettorale tornando al premio di coalizione” e che “si cambi il titolo V”. «Per avere un uovo marcio oggi – afferma – Renzi sta uccidendo la gallina di domani. Questa riforma è fatta malissimo”, e come le altre “col solo obiettivo di mettersi sul petto la medaglietta».