Droga, in Italia nell’ultimo anno i consumatori sono stati 4 milioni

Cannabis e cocaina su tutte. Perchè sono quasi 4 milioni di italiani hanno consumato droga nell’ultimo anno. Circa il 10% degli italiani fra i 15 e 64 anni, quasi 4 milioni per l’appunto, ha assunto almeno una volta nell’ultimo anno una sostanza illegale. Quasi un milione e mezzo ha assunto droga sotto forma di allucinogeni  e ecstasy. Il grosso dei consumatori di droga, l’87%,  ha utilizzato una sola sostanza, il 13% due o più. Cannabis e cocaina sono sempre quelle più diffuse. Lo afferma l’ultima Relazione annuale al parlamento sulle dipendenze (2015) messa a punto dal Dipartimento delle politiche antidroga. Il consumo di almeno una sostanza illegale – sottolinea la relazione – ha riguardato circa il 20% dei giovani adulti 15-34enni, coinvolgendone più di 2milioni e mezzo e tra questi la percentuale dei policonsumatori è sovrapponibile a quella della popolazione generale (13%), interessando oltre 330mila 15-34enni. Tra i maschi si rileva una maggiore diffusione del consumo di sostanze psicoattive: a ogni consumatrice corrispondono quasi 2 consumatori (maschi 12,5%; femmine 7,1%), ma è nelle fasce di età più giovani che si concentra la maggior prossimità alla droga (24,6% maschi contro il 14,5% delle femmine). Un milione e mezzo di italiani di 15-64 anni (4,1%) ha consumato almeno una volta droga stimolante (come amfetamine, ecstasy, MDMA). E quasi un milione e mezzo di italiani (3,7%) ha assunto allucinogeni (Lsd, funghi allucinogeni, ketamina), quasi un terzo dei quali di età compresa tra i 15 e i 34 anni (4,3%). Lo rileva la Relazione 2015 al parlamento sulle dipendenze. Il consumo recente degli stimolanti si attesta allo 0,5%, coinvolgendo circa 180mila persone, 155mila delle quali hanno un’età compresa tra i 15 e i 34 anni. Maggiore l’incidenza fra i maschi. Il 9% degli intervistati ritiene che gli stimolanti si possano reperire facilmente; tra i consumatori recenti la quota di chi condivide questa opinione raggiunge il 52%, riferendo la discoteca (77%), le manifestazioni pubbliche (43%) e tramite uno spacciatore (33%) i luoghi privilegiati per il reperimento Il consumo recente di allucinogeni è pari allo 0,3% e ha riguardato quasi 120mila soggetti, consumo che tra i 15-34enni ha interessato poco più di 90mila individui (0,7%). Anche qui superiore l’incidenza dei maschi. Il 5% della popolazione generale ritiene che gli allucinogeni siano di facile reperimento, per raggiungere il 61% tra chi li ha assunti nel corso degli ultimi 12 mesi. Discoteca e manifestazioni pubbliche (entrambe 50%) sono i luoghi identificati dai consumatori recenti per il reperimento di ogni droga, a cominciare dagli allucinogeni, a seguire lo spacciatore (45%) e la strada (35%).