Un’altra rissa alla Metro A di Roma: due stranieri fermati, una donna ferita

Un’altra rissa alla metro di Roma. L’ennesima. Protagonisti due stranieri. È stato fondamentale l’intervento dei militari per evitare che la situazione degenerasse. Gli uomini del Raggruppamento “Lazio-Umbria-Abruzzo” hanno prestato soccorso a una donna per una colluttazione avvenuta davanti alla sua edicola all’interno della stazione Anagnina. I militari – effettivi al 7° Reggimento alpini di Belluno – stavano per iniziare il proprio turno di servizio in supporto alle forze di polizia quando, allertati dalla donna, si sono precipitati presso l’edicola al fine di sedare l’aggressione da parte di due persone di nazionalità straniera.

Rissa alla metro, identificati i due stranieri

I due, alla vista dei militari, hanno tentato di fuggire senza successo. Raggiunti, sono stati bloccati e posti in stato di fermo fino all’arrivo dei carabinieri che hanno provveduto all’identificazione. Allo stesso tempo il personale dell’Esercito, in coordinamento con gli addetti ai controlli della stazione metro, hanno prestato un primo soccorso alla donna e provveduto a contattare il 118 per le medicazioni necessarie. L’Esercito Italiano ha recentemente incrementato il proprio contributo nel settore della sicurezza nazionale, in particolare nella Capitale. Nonostante la pausa estiva, i nodi di scambio quali le stazioni (la rissa alla metro non è la prima) restano tra i punti più sensibili, portando i militari dell’Esercito ad incrementare il numero di controlli e perquisizioni.