Si scava la fossa prima di essere decapitato: nuovo orrore Isis (video)

Nuovo video shock dell’Isis: un prigioniero siriano, in tenuta arancione, viene costretto a scavarsi la fossa prima di essere decapitato da un jihadista. Lo riferisce il Daily Mail. Il prigioniero si identifica con il nome di Ziad Abdel’al Abu Tarek, ed è costretto a confessare di aver ucciso un jihadista. Davanti alle telecamere il prigioniero, segnato in volto dalle ferite inflittegli dai suoi carcerieri, pronuncia la frase «Ho ucciso Abu Hassan e lo Stato Islamico mi ha catturato». Dopo aver ammesso l’omicidio del militante dell’Isis è costretto a inginocchiarsi per poi essere decapitato. Alle sue spalle si vede pure una vettura sul quale sventola la bandiera nera dei terroristi islamici.