Mille euro per corrompere l’infermiera dell’alcoltest. Lei lo denuncia

Ha offerto una ricompensa di mille euro all’infermiera che gli aveva fatto le analisi del sangue per l’alcoltest, per convincerla a nascondere il fatto che avesse guidato ubriaco. Ma è finito denunciato, oltre che per guida in stato di ebbrezza, anche per istigazione alla corruzione.

Alcoltest 5 volte oltre il limite

A mettere in atto il fallito tentativo di corruzione è stato un agente di commercio bolognese di 54 anni, che è stato denunciato dopo la segnalazione dell’infermiera alla polizia. Il fatto risale al 6 aprile, quando l’automobilista era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Querciola di Lizzano in Belvedere, sull’Appennino bolognese. Al volante di un Suv si era scontrato con una Fiat 500 guidata da una donna. Entrambi erano rimasti leggermente feriti ed erano stati portati all’ospedale di Porretta Terme, dove come da prassi erano stati sottoposti ai prelievi per verificare l’eventuale assunzione di alcol e sostanze stupefacenti. Dagli esami era emerso che il 54enne aveva un tasso di alcol nel sangue di 2,53 grammi/litro, circa 5 volte più del limite.