Veneziani nominato presidente del comitato scientifico della Fondazione An

Marcello Veneziani inaugura con le iniziative del 23 e 24 maggio a Breda di Piave, in occasione del centenario della prima guerra mondiale,  il ruolo di presidente del comitato scientifico della Fondazione Alleanza nazionale.

Gli inizi di Marcello Veneziani

Marcello Veneziani, nato a Bisceglie il 17 febbraio 1955 è un giornalista e scrittore italiano. Laureato in filosofia, inizia la carriera di giornalista nel 1979 nella redazione barese del quotidiano Il Tempo. Giornalista professionista dal 1982, dopo il praticantato a Il Giornale d’Italia, assume nel 1981, all’età di 26 anni, la direzione del gruppo editoriale Ciarrapico-Volpe-La Fenice, incarico che mantiene fino al 1987. Scrive a lungo su Il Giornale, collabora con Il Messaggero, Repubblica, La Stampa, Secolo d’Italia, L’Espresso, Panorama, Il Mattino, La Nazione, Il Resto del Carlino, Il Giorno e La Gazzetta del Mezzogiorno. Redattore del giornale radio Rai di mezzanotte, prende parte a vari programmi televisivi e da vent’anni collabora come commentatore della Rai.

Veneziani giornalista e scrittore

Fonda nel 1981 il mensile Omnibus – numero unico in cui avviene il primo dialogo tra intellettuali di destra e intellettuali di sinistra (Massimo Cacciari e Giampiero Mughini) – e dal 1985 al 1987 dirige il bimestrale Intervento. Nel 1988 fonda il mensile di cultura Pagine libere, che dirige fino al 1992. Successivamente fonda e dirige settimanali di successo come L’Italia settimanale (1992-1995) – periodo in cui parallelamente dà vita alla Fondazione Italia – e Lo Stato (1998-1999) che poi si fonde con Il Borghese del quale diventa direttore editoriale insieme a Vittorio Feltri. Il sodalizio con Feltri, era iniziato con L’Indipendente, e nel 1994 con Il Giornale, proseguito nel 2004 con Libero e dall’agosto 2009 di nuovo con Il Giornale, di cui è attualmente editorialista. È stato membro del Consiglio di amministrazione della Rai dal 2003 al 2005 e membro del Consiglio di amministrazione di Cinecittà. Ha scritto vari saggi tra i quali La rivoluzione conservatrice in Italia, Processo all’Occidente. Ha poi scritto Comunitari o liberal, Di Padre in figlio. Elogio della Tradizione, La cultura della destra e La sconfitta delle idee (tutti editi da Laterza). Ha pubblicato il romanzo filosofico Vita natural durante dedicato a Plotino e La sposa invisibile. Per Mondadori ha pubblicato tra l’altro Il segreto del viandante, I vinti, Rovesciare il 68, Amor fati, la vita tra caso e destino, Vivere non basta. Lettere a Seneca sulla felicità, Dio, Patria e Famiglia. Dopo il declino, Ritorno a Sud, Anima e corpo. L’ultimo suo libro, pubblicato da Avagliano editore, è Un’ora d’aria.