Incredibile a dirsi: miracoli della tv, ritorna Claudio Signorile

Formigli, più che Piazza pulita, ha condotto una seduta spiritica: evocato è apparso Claudio Signorile, già numero due del Partito Socialista di Bettino Craxi e ministro non compianto dei trasporti negli anni Ottanta, quando scomparve avvolto dalle famigerate “lenzuola d’oro” delle FF.SS. Come in un gioco di prestigio.

L’incredibile (e scontata) tesi di Claudio Signorile

Il desso, con la supponenza dell’intellettuale abusivo, ha spiegato che non esistono i corrotti, ma la corruzione. C‘è dunque l’opera, ma non gli autori. Per la contraddizion che non consente, direbbe Dante, se c’è l’effetto c’è la causa; se c’è il quadro c’è l’autore. Causa ed autore, udite udite, è il sistema. Ma se il sistema non è figlio della politica e della burocrazia , sarà figlio del popolo? Per un verso potrebbe esserlo, dato che il popolo vota i politici che poi scelgono gli alti burocrati. Chi si arricchisce e ruba però sono loro, non gli elettori.

In effetti Signorile detto il sottile propone una spiegazione, se non originale, consueta: la colpa è del Fascismo: nel dopoguerra ci fu soluzione di continuità – argomenta – sul piano istituzionale, con il passaggio dalla monarchia alla repubblica, non quella dell’apparato burocratico. Intende che non ci fu lo sterminio di tutti i pubblici impiegati, anche se molti soccombettero alle vendette partigiane ed all’epurazione?

Continua a leggere l’articolo su http://www.destra.it/follie-televisive-le-sedute-spiritiche-di-formigli/