Berlusconi: il centrodestra guardi all’esempio Bergamo, coalizione unita da Fratelli d’Italia al Ncd

L’ex premier Silvio Berlusconi si è recato stamane alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone per il suo quinto giorno ai servizi sociali, dopo la condanna al processo sui diritti tv. Il leader di Forza Italia, che ieri ha avuto il primo colloquio con l’assistente sociale nella sede dell’Ufficio esecuzione penale esterna (Uepe) di Milano, non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti, entrando direttamente nella struttura con l’auto e la scorta. 

Berlusconi non ha parlato a Cesano Boscone ma ha inviato una lettera aperta all’Eco di Bergamo sui ballottaggi di domenica, sottolineando che il modello da seguire per il centrodestra è quello che si è realizzato proprio a Bergamo dove la coalizione alternativa alla sinistra si è presentata unita: a Bergamo il centrodestra si “è presentato unito fin dal primo turno, da Fratelli d’Italia alla Lega Nord, da Ncd a Udc. Bergamo è così diventata un laboratorio del centrodestra che vorremmo costruire: una coalizione basata su valori e programmi”. Per i ballottaggi, affinché vinca il centrodestra, sarà “determinante la partecipazione al voto e determinante potrebbe essere il voto di chi al primo turno si è astenuto. Sono convinto che si tratti per gran parte di elettori moderati, delusi della politica”.  A chi si è astenuto al primo turno, scrive l’ex premier nella sua lettera di sostegno al sindaco uscente di Bergamo Franco Tentorio, “rivolgo un accorato appello dico che la loro delusione è legittima ma la politica si cambia solo scegliendo gli uomini giusti”. E Berlusconi, soffermandosi sulla realtà politica locale, sottolinea come Bergamo sia un laboratorio del centrodestra a cui mira il leader di FI, “un’esperienza fatta di buona e sana gestione, come è necessario fare in questi tempi difficili”. Quindi l’ex premier fa il suo appello finale. “Oggi, dopo il primo turno i due candidati sono praticamente alla pari”, scrive il Cavaliere evidenziando come “la sinistra delle tasse, della tolleranza verso l’immigrazione clandestina, della contiguità con i centro sociali” non è quello che la città “merita: la storia, la tradizione e la cultura di Bergamo ne fanno una città lontanissima dalle ideologie della sinistra”. Il centrodestra punta dunque su Tentorio, sindaco uscente che a al primo turno ha ottenuto il 42,1%, mentre il centrosinistra spera nel successo di Giorgio Gori (45,4% al primo turno) ex spin doctor di Matteo Renzi appoggiato da Pd, Sel, Patto Civico-Lista Bruni, Psi, Idv, Moderati e Lista Gori.