Forza Italia, Fitto: in futuro le scelte non potranno che essere frutto delle primarie

Primarie del centrodestra, do you remember? Si comincia a ragionare di futuro all’indomani del risultato elettorale deludente senza se e senza ma per tutta la vasta area del centrodestra. Si ragiona soprattutto sui metodi di selezione della rappresentanza e Raffaele Fitto, il secondo nella classifica dei più votati dopo Simona Bonafè –  incassa 284.561 voti – indica una via ormai non più eludibile: «Oggi abbiamo un leader che è Silvio Berlusconi», afferma, «per il futuro tutti gli strumenti utili per ampliare la nostra coalizione e compiere delle scelte non potranno che essere frutto di una legittimazione popolare». Risponde così, in maniera inequivocabile, nella sede di Fi, a una domanda sulla possibilità di primarie in futuro. «Non ho parlato io di primarie, mi sembra sia un tema abbastanza discusso al nostro interno», ammette. Questo per quanto riguarda il futuro. Ad oggi, rimarca tuttavia Fitto, «abbiamo un leader che è Silvio Berlusconi, con lui dobbiamo lavorare per superare questo momento di difficoltà». Mentre, interpellato sul perché del risultato deludente di FI, l’esponente azzurro spiega: «Abbiamo commesso degli errori, e dobbiamo essere capaci di ammetterlo e ripartire da ciò. Ma non sto qui per fare un elenco di errori dal quale far scatenare delle polemiche, vorrei aprire un dibattito al nostro interno».