La Provincia di Napoli assegna ai papà separati un immobile sequestrato alla camorra

A Torre del Greco, in provincia di Napoli, un immobile confiscato alla camorra sarà destinato ai papà separati a rischio di povertà. È quanto stabilito da una delibera approvata dal Consiglio provinciale di Napoli. «Finalmente prende corpo il progetto di assegnazione di un immobile confiscato alla camorra a favore dei papà separati a rischio povertà – sottolinea il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale alla Provincia di Napoli, Serena Albano – Quanto approvato dal Consiglio provinciale è il frutto di una battaglia di civiltà che portiamo avanti da quattro anni e che ci ha visto impegnati, insieme con l’Assessore alla Legalità Patrizia Sannino, per garantire a questi soggetti di non vedere compromesso il loro diritto all’affido condiviso dei figli per la mancanza di una sistemazione adeguata». La delibera dispone l’acquisizione di un appartamento, confiscato alla criminalità nel Comune di Torre del Greco, al patrimonio dell’ente ed il successivo conferimento al consorzio Sole. L’immobile è strutturato su due livelli, articolato in sei vani per complessivi 120 metri quadrati, ed è situato nel centro della cittadina vesuviana. A breve sarà pubblicato il bando per la scelta dell’associazione assegnataria. «Dopo il Centro di accoglienza per le donne maltrattate, questo – ha concluso la Albano – è un altro passo dell’Amministrazione provinciale per la creazione di una rete di sostegno ai deboli ed ai nuovi poveri, le cui fila purtroppo tendono sempre più ad ingrossarsi».