Per le Regionali in Basilicata il centrodestra torna unito e arruola Monti e Casini

Tito Di Maggio (senatore di Scelta Civica) sarà il candidato del centrodestra alle prossime elezioni regionali della Basilicata che si svolgeranno a novembre: lo ha annunciato a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, il coordinatore regionale del Pdl, il senatore Guido Viceconte. Di Maggio, ha spiegato Viceconte, sarà sostenuto dal Pdl, dall’Udc (che nella legislatura che si è conclusa era nella maggioranza di centrosinistra, con un assessore e vicepresidente della giunta), da Futuro e libertà, Scelta Civica, Grande Sud, La Destra, Fiamma Tricolore, Fratelli d’Italia (anche se in quest’ultimo caso, secondo quanto si è appreso, le trattative sono ancora in corso) e Mir di Samorì. Di Maggio – 53 anni, imprenditore e presidente del distretto industriale del mobile imbottito di Matera – ha detto che le possibilità di vittoria, «sono alla pari» con il principale sfidante, Marcello Pittella (Pd), che guida una coalizione di centrosinistra, e ha delineato i due principali obiettivi: «Ridurre del 50 per cento la disoccupazione in Basilicata e aumentare significativamente il reddito delle famiglie, perché oggi – ha aggiunto – i numeri condannano questa Regione e pesano sulle spalle del centrosinistra, che ha fallito’». Sulla composizione delle liste, Di Maggio ha annunciato «rinnovamento con giovani e donne in gamba» ma «non saranno i magistrati a scegliere i candidati», riferendosi alla recente inchiesta della Procura di Potenza sui rimborsi dei consiglieri che ha portato a decine di indagati. Sulla candidatura, Viceconte ha evidenziato che «il primo obiettivo, quello di una scelta unitaria del centrodestra, è stato acquisito, con una personalità importante e prestigiosa, che ci permetterà di voltare pagina rispetto all’incapacità del centrosinistra».